Contatto: 011 6279265

 

Blog


Aumentano addetti e fatturato nell’Edilizia ma senza crescita.

- Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili con la Fondazione Nazionale dei Commercialisti, ha prodotto un interessante documento di ricerca intitolato "Osservatorio sui bilanci delle SRL 2018 - Focus settore costruzioni", pubblicato il 20 gennaio 2020.

Questo Focus settoriale è incentrato sulla imprese del settore Costruzioni e basa i propri risultati sui bilanci relativi all'anno economico 2018 presentati dalle SRL (Società a Responsabilità Limitata), ottenuti in funzione dell'analisi di alcuni indicatori economici, elaborando gli stessi in funzione delle macroaree territoriali e regionali e con analisi riguardanti gli indici di bilancio relativi alla redditività delle imprese.

Foto Edilizia


Un trand positivo non significa sempre crescita

In linea di massima dai dati che si possono estrapolare dallo studio si nota una tendenza positiva per l'anno 2018: a fronte di un aumento degli addetti rispetto all'anno precedente pari al 2,6% (per un totale pari a circa 400.000 unità) si è assistito ad una crescita dei ricavi pari al 6% (che ha permesso di superare i 65 miliardi totali di ricavato complessivo), con un valore della produzione aumentato del 6,5%, che si traducono in un aumento del valore aggiunto pari al 7%.

Nonostante la tendenza che vede questo incremento di manodopera impiegata con un maggiore aumento dei ricavi, però, nell'ottica di un'analisi condotta su più anni (e quindi su più bilanci) si tratta di un risultato non del tutto positivo. Analizzando, difatti, i tassi di crescita annuali del 2017 e 2018 si assiste ad una netta decelerazione della crescita stessa di questo settore. Se nel 2017, infatti, l'aumento degli addetti era incrementato del 4,3% dell'anno precedente, nel 2018 la crescita si è attestata solamente intorno al 2,6%. Allo stesso modo i ricavi hanno avuto un tasso di crescita del 6,0% contro l'8,8% del 2017. Allo stesso modo il tasso di crescita annuale del valore della produzione è sceso di 2,8 punti percentuali.

 

L’analisi sui macrocomparti di settore

Interessante è anche l'analisi condotta sui singoli comparti produttivi delle società nel settore delle costruzioni: il Focus ha individuato 9 comparti produttivi, classificati in tre macrocomparti.
Per il macrocomparto Costruzione di edifici, che comprende lo Sviluppo di progetti immobiliari e le Costruzioni di edifici residenziali e non residenziali ha registrato un incremento di fatturato, rispetto all'anno precedente, pari al 4,8%: questo risultato positivo si deve però al grande incremento relativo alla costruzione di edifici, poiché lo sviluppo di progetti immobiliari ha subito un notevole decremento, attestato a -8,3%.
Il macrocomparto Ingegneria civile, che ha visto un decremento dello 0,4% ha visto un aumento nel settore relativo alla Costruzione di strade e ferrovie (pari al 7,7%), non supportato dal trend negativo delle Costruzione di opere di pubblica utilità (-3,7%) e delle Costruzione di altre opera di ingegneria civile (sceso drasticamente del 14%).
Infine, il macro settore dei Lavori di costruzione specializzati ha avuto un tasso di variazione molto positivo, pari all'8,5%: tutti i microcomparti hanno avuto un trand positivo: a dominare la crescita sono gli Altri lavori specializzati di costruzione, ampia categoria che ha permesso di raggiungere il 10,3% di crescita, quasi di pari passo con il microsettore del Completamento e finiture di edifici e Demolizione e preparazione del cantiere edile (rispettivamente con un tasso del 10,2 e del 10%). Leggermente rallentata rispetto alle due precedenti, l'Installazione di impianti elettrici, idraulici ed altri lavori di costruzione ed installazione.

Per quanto concerne il valore aggiunto, si assiste ad una crescita in tutti i comparti, ad eccezione della Costruzione di opere di ingegneria civile, che mostra un calo del 5,7%. L'incremento maggiore si è registrato, così come per il fatturato, nel comparto di Completamento e finitura di edifici (ben il 9,8%) e dall'installazione di impianti (+7,6%).

 

I risultati per area territoriale

Per quanto riguarda le marcoaree territoriali le migliori performance si sono registrate nel Nord-Est (fatturato incrementato dell'8,9%), mentre il miglior incremento di valore aggiunto si è verificato nel Centro. Fanalino di coda per il fatturato è il Sud, mentre la macroarea che ha visto la minore crescita di valore aggiunto è il Nord-Est.

Questo studio ha permesso di aprire un interessante spunto di riflessione per il settore Costruzioni che non sembra più "spingere" così come quanto accadeva in passato, anche se alcuni settori sono diventati trainanti rispetto ad altri.

 

 

Whatsapp